Rimini, il pediatria Giorgio Tamburlini parla ai genitori

Riprendono gli appuntamenti organizzati dal Centro per le Famiglie di Rimini dedicati a genitori, insegnanti, educatori, nonni, zii di bambini dai 4 ai 10 anni; un’opportunità per approfondire, insieme a diversi esperti, le tematiche legate alle sfide della crescita ed alle tappe di sviluppo del bambino e di tutta la famiglia.

Il primo appuntamento è previsto per giovedì 18 ottobre e avrà per titolo: “Fin da piccoli – Cosa nutre il cervello dei bambini?”, vedrà la partecipazione del professor Giorgio Tamburlini, pediatra, Direttore Scientifico del Centro per la Salute del Bambino – Onlus. Esperto di livello internazionale, Tamburlini guiderà i partecipanti alla scoperta delle pratiche migliori per uno sviluppo ottimale delle varie dimensioni cognitive e socio-relazionali del bambino. La letteratura scientifica ha ampiamente dimostrato che gli interventi precoci sono fondamentali ai fini della salute e dello sviluppo cognitivo, emotivo e relazionale dei bambini, con effetti che durano per sempre. Vi sono alcune pratiche che si sono dimostrate efficaci sia a favorire una buona relazione tra genitore e bambino, sia a sviluppare specifiche funzioni mentali: la lettura, la musica, il massaggio, il gioco, un uso appropriato delle tecnologie digitali. L’incontro è in programma alle ore 20.45 all’Aula Magna della Scuola Secondaria “Panzini” (Largo A. Gramsci 3/4). La partecipazione è gratuita senza la necessità di iscrizione fino ad esaurimento posti.

Gli incontri proseguiranno nei prossimi mesi toccando diversi argomenti: l’autostima dei bambini, i momenti critici e le manifestazioni di rabbia, i bambini nelle situazioni di confitto. Tante riflessioni e stimoli per accompagnare i genitori attraverso le tappe evolutive dei figli, che sono – in realtà- occasioni per tutta la famiglia di crescere e affrontare insieme la quotidianità.

In allegato il calendario con tutti gli appuntamenti.

Qui una nostra vecchia intervista a Tamburlini

In questo articolo ci sono 0 commenti

Commenta

g