Bambino annegato nel canale, la famiglia chiede i danni

Sono passati undici mesi dalla morte del 13enne pachistano Alì Hassnain, annegato il 15 luglio dell’anno scorso nel canale d’irrigazione del Consorzio di Bonifica Terre dei Gonzaga in destra Po, in provincia di Reggio Emilia.

Ora la famiglia – padre, madre, due fratelli e una sorella – ha presentato una richiesta danni al Consorzio di Bonifica (con sede legale a Mantova) perché tra il canale e la stradina che il ragazzino aveva percorso non esiste alcuna recinzione.

 

In questo articolo ci sono 0 commenti

Commenta

g