papà, neonato“Chiamare il bambino come il nonno è un piacere che fai al nonno ma a tuo figlio, come dire, togli l’identità”. Il celebre psicologo Raffaele Morelli ha detto queste parole ieri ai microfoni di Rtl 102.5. Il nome deve sceglierlo la mamma – ha aggiunto lo psicologo – perché è lei che ha in testa quel bambino: “La gravidanza non è solo nell’utero ma soprattutto nel cervello. La mamma pesca il nome dall’immensità del suo mondo materno”.

E se i papà si offendono? “Sono cretini, perché ancorati a superstizioni. Il papà è decisivo dopo, dopo quel mondo materno, dopo quelle vibrazioni”.

Morelli si è detto anche contrario alla presenza dei papà in sala parto: “Ormai è una consuetudine ma le consuetudini ci schiacciano. Gli uomini stanno con le donne per affinità elettive legate al desiderio, all’intimità. Il mondo materno non è il mondo erotico. Le donne detestano essere chiamate dal marito ‘mamma’.

Clicca qui per rivedere la puntata