Partito il percorso per la riapertura di quattro punti nascita regionali

Incontro con il governo giovedì prossimo. Obiettivo è quello di applicare subito le misure del patto per la salute

Il percorso istituzionale per la riapertura dei punti nascita negli ospedali di Alto Reno Terme (Bo), Pavullo nel Frignano (Mo), Castelnuovo né Monti (Re) e Borgo Val di Taro (Pr) è già ufficialmente partito, con l’obiettivo di accelerare al massimo i tempi.

Dopo il via libera annunciato ieri dal ministro per la Salute, d’intesa col Presidente della Regione Emilia-Romagna, è già stato calendarizzato per giovedì della prossima settimana il primo incontro tra Governo, rappresentato dalla Sottosegretaria di Stato alla Salute, e le Istituzioni locali coinvolte, rappresentate dal Presidente della Regione, dall’assessore regionale alla Salute e dai sindaci dei Comuni di Alto Reno Terme (Bo), Pavullo nel Frignano (Mo), Castelnuovo Monti (Re) e Borgo Val di Taro (Pr).

Obiettivo dell’incontro è quello di avviare immediatamente le procedure per riaprire quei punti nascita in applicazione delle disposizioni nazionali contenute nel Patto per la Salute sottoscritto tra Governo e Regioni.

In questo articolo ci sono 0 commenti

Commenta

g