Il Comune di San Giovanni in Marignano distribuisce 1.200 borracce agli alunni

Sostituiranno l’utilizzo giornaliero di altrettante bottiglie di plastica e sono un messaggio forte di sensibilizzazione alla cura e rispetto dell’ambiente

E voi, avete già messo la borraccia nello zaino di vostro figlio? Se abitate a San Giovanni a Marignano ci ha pensato per voi l’associazione  “Fata Matè” che ne ha distribuite 1.200 agli alunni di tutti gli ordini scolastici dell’Istituto Comprensivo Statale, dalle quattro Scuole per l’infanzia, alla Scuola Primaria, compresa quella di Torconca e alla secondaria di Primo Grado. L’Associazione, nata 14 anni fa in seguito alla perdita di Nadia Calanca, un’insegnante molto amata e punto di riferimento per i colleghi, non è nuova a gesti importanti e generosi a favore dell’Istituto Comprensivo Marignanese ed ha sempre fatto propria l’anima ecologista molto forte e determinata di Nadia.

Le Borracce distribuite

Le borracce sostituiranno l’utilizzo giornaliero di altrettante bottiglie di plastica e sono un messaggio forte di sensibilizzazione alla cura e rispetto dell’ambiente.

Presenti, insieme a Fabrizia Bravi, insegnante e referente di Fata Matè, la Dirigente Scolastica Nadia Vandi, il Sindaco Daniele Morelli, l’Assessore alla Scuola Michela Bertuccioli e l’Assessore all’Ambiente Nicola Gabellini. Nella Primaria di Torconca la visita si è arricchita anche della presenza dell’Assessore alla Scuola di Cattolica, Valeria Antonioli, che ha mostrato agli insegnanti e alunni di Torconca la colonnina d’acqua acquistata dal Comune di Cattolica.

Degno di plauso è stato il lavoro preparatorio sul tema dell’inquinamento ambientale e in particolare sui danni della plastica che gli insegnanti di ogni ordine scolastico hanno effettuato con i bambini e i ragazzi. Questi approfondimenti hanno sicuramente permesso agli studenti di comprendere al meglio il valore del dono ricevuto e la virtuosità dell’uso della borraccia. L’Amministrazione marignanese ha condiviso con gli insegnanti e gli alunni l’impegno di dotare tutti i plessi scolastici di San Giovanni di colonnine d’acqua per permettere il migliore approvvigionamento attraverso le borracce che ora saranno in dotazione anche a tutto il personale scolastico.

“È stato un giorno di festa per tanti bellissimi motivi – sottolinea Morelli -. Il prezioso gesto di “Fata Mate’ ” ha contribuito all’importante impegno che sempre più istituzioni, associazioni e cittadini stanno dimostrando verso l’ambiente e la modalità di consegna che abbiamo vissuto insieme con gli insegnanti, la Dirigente scolastica, con i bambini e ragazzi e, per Torconca, anche con il Comune di Cattolica, ha impreziosito e reso più forte il messaggio e lo stimolo alla base. Un messaggio che umanamente ha insegnato anche che persone speciali come l’insegnante Diana Calanca, anche quando non ci sono più, in realtà continuano ad essere presenti attraverso i legami che hanno saputo creare e per la grandezza dei valori che hanno saputo incarnare.”

“Un segnale importante per i bambini e le loro famiglie. La riduzione del consumo di plastica – aggiunge l’Assessore alla Scuola di Cattolica, Valeria Antonioli – nasce dall’agire quotidiano e tutti noi abbiamo il dovere morale di consegnare un mondo migliore alle nuove generazioni. Con l’ulteriore installazione da parte del Comune di Cattolica del distributore di acqua alla Primaria di Torconca, e grazie alla collaborazione con l’Amministrazione di San Giovanni, proseguiamo nel percorso messo in atto per i piccoli alunni cattolichini già nelle scuole primarie statali e nella secondaria superiore”.

In questo articolo ci sono 0 commenti

Commenta

g