Hikikomori, nascono i gruppi di auto aiuto per i ritirati sociali

La sindrome che porta gli adolescenti ad isolarsi ha una cura? Se ne è parlato di recente ad un convegno a Forlimpopoli che ora lancia anche i gruppi di auto aiuto

A pochi giorni dal convegno dedicato alla sindrome Hikikomori, il ritiro sociale giovanile in due sale gremite di pubblico il terreno a Forlimpopoli è ancora fertile per continuare a parlare di questo fenomeno che colpisce gli adolescenti e per provare ad accogliere e ascoltare tanti genitori in cerca di risposta.

Il Comune, in collaborazione con l’Ausl Romagna ha individuato e reso disponibile uno spazio da dedicare agli incontri mensili di un futuro gruppo di auto-aiuto romagnolo gestito dall’Associazione Hikikomori Italia Genitori e rivolto a chi ha un figlio o un familiare in ritiro sociale. Si parte domenica 3 marzo alle 10 alla Biblioteca della Casa della Salute a Forlimpopoli, (via Duca d’Aosta 33).
l gruppo si riunirà con cadenza fissa per la terza  domenica di ogni mese, e vedrà la partecipazione e coordinamento della dottoressa Ornella Roselli, psicologa e psicoterapeuta esperta nel ritiro sociale e nella conduzione di gruppi. Già numerose famiglie hanno contattato il Comune.

Il Convegno appena concluso è stato quello che ha visto la maggiore partecipazione da quando, nel novembre 2017, l’Associazione Hikikomori ha organizzato il primo a Bologna, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale. Dopo ne sono stati organizzati molti altri ma nessuno ha avuto il successo di quello forlivese: le persone presenti erano circa 600, con un pubblico variegato formato da genitori, educatori, assistenti sociali, medici, psicologi che hanno scelto di esserci, un intero sabato pomeriggio, incollati alle poltrone a seguire attentamente lo svolgersi degli interventi dei relatori che hanno affrontato e approfondito il tema in modo completo nei vari aspetti.

L’obiettivo di portare alla luce un fenomeno ancora poco conosciuto ma che riguarda tanti ragazzi e ragazze in età adolescenziale è stato raggiunto, ora non bisogna disperdere le energie o calare l’attenzione. Per questo è importante la nascita di un gruppo di auto-aiuto romagnolo che diventi punto di riferimento nel territorio e Forlimpopoli è un luogo centrale dove far arrivare tante esperienze e professionalità di grande sostegno. Per maggiori informazioni contattare emiliaromagna@hikikomoritalia.it

In questo articolo ci sono 0 commenti

Commenta

g