Morto il bambino caduto dal carro di carnevale a Bologna

Durante la sfilata del Martedì Grasso in via dell’Indipendenza si è verificato l’incidente. La procura ha aperto un fascicolo

E’ morto il bambino che martedì 5 marzo è caduto dal carro di carnevale in via Indipendenza a Bologna. Il bimbo, che si chiamava Gianloenzo Manchisi, aveva solo due anni e mezzo. Il piccolo è scivolato dal carro sbattendo la testa. La procura ha aperto un fascicolo per omicidio colposo, per ora contro ignoti. In particolare la magistratura vorrà far luce sulla conformità del carro.

Questa la ricostruzione data dall’Ausl bolognese: la prima chiamata è arrivate alle 14.50. Nonostante il chiamante non avesse informazioni sulle condizioni del bambino, perché lontano dal posto dell’incidente, è stato attribuito un codice rosso, di alta gravità e inviata ambulanza con personale formato alla rianimazione cardiopolmonare. Seconda chiamata sei minuti dopo: questa aggiunge maggiori informazioni sulle condizioni del bambino. Il codice rosso diventa codice rosso avanzato, di massima gravità, e viene inviata anche l’auto medica.

A sette minuti dalla prima chiamata l’ambulanza è sul luogo dell’incidente. I soccorritori proseguono le manovre rianimatorie già avviate da chi era sul posto. L’auto medica, giunta alle 15.08, ha proseguito   le manovre rianimatorie, anche attraverso l’intubazione, pratica le terapie salvavita e farmacologiche. Mezz’ora dopo, stabilizzate le condizioni, il bambino è stato portato al maggiore dove è arrivato alle 15.41.

Il commento del sindaco Virginio Merola: “Ci sono tragedie che ci mettono in silenzio. Per questo, con poche parole, esprimo il mio più sentito cordoglio a nome di tutta la città alla famiglia del bimbo coinvolto nell’incidente durante il Carnevale. Da rappresentante di questa comunità ringrazio dal profondo del cuore tutti coloro che si sono prodigati per lui”

In questo articolo ci sono 0 commenti

Commenta

g