A Bologna e Forlì la giornata del lutto perinatale

In Italia una gravidanza su 300 si conclude con la morte del bambino a fine gravidanza o dopo la nascita. Dal 1983 in tutto il mondo, per sensibilizzare l’opinione pubblica e gli operatori sanitari su questo problema e sulle risorse disponibili, si celebra in ottobre il mese della consapevolezza sulla morte infantile e sulla perdita in gravidanza.

Lunedì 15 ottobre si svolgerà anche in Italia – anche in alcune città dell’Emilia-Romagna – la dodicesima giornata mondiale dedicata alla sensibilizzazione sulla morte perinatale.

Gli eventi per l’Italia sono organizzati dalle volontarie dell’associazione CiaoLapo Onlus in collaborazione con enti locali e punti nascita aderenti, in 50 città.

“La morte perinatale è un evento frequente: colpisce 1 donna su 6 in Italia: è correlata a patologie materne o fetali note, in parte trattabili e prevenibili; nella metà dei casi, oggi, la causa rimane ignota – spiega Claudia Ravaldi, psichiatra e psicoterapeuta, fondatrice e presidente di CiaoLapo onlus -. Il nostro paese ad oggi non dispone di una linea guida nazionale per lo studio, l’approfondimento e la ricerca su questi eventi; il nostro paese non dispone nemmeno di un registro nazionale delle morti perinatali, e non abbiamo un registro nazionale delle malformazioni fetali e dei difetti congeniti”.

L’assenza di linee guida, di procedure uguali e standardizzate per tutte le regioni e per tutti i punti nascita, l’assenza di appositi registri nazionali per studiare le patologie fetali e le morti perinatali si traduce nella gestione ancora oggi casuale e disomogenea di questi drammatici eventi: gli approfondimenti sono infatti lasciati al buon senso dei singoli medici e delle singole strutture, all’efficienza delle singole regioni oppure alla caparbietà delle famiglie determinate a comprendere le possibili cause ed i fattori di rischio coinvolti nelle loro perdite.

“Nel nostro paese – continua Ravaldi – è assente una linea guida nazionale relativa alla care da offrire alle famiglie colpite da morte in gravidanza o dopo la nascita, nonostante sia ormai acclarato da svariate ricerche nazionali e internazionali che questo evento, se non adeguatamente trattato, possa minare la salute psicofisica delle madri e dei padri, esitando, anche a distanza di tempo in disturbi mentali conclamati.”

Lo scopo di questa giornata è sensibilizzare l’opinione pubblica sulla morte perinatale, sui suoi esiti, e sugli aspetti di prevenzione e di ricerca e chiedere alle istituzioni di porre in essere i cambiamenti richiesti ormai da anni dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

L’associazione CiaoLapo Onlus ha organizzato incontri con la cittadinanza e con i professionisti sanitari in numerose città italiane

 

Questo il programma in Emilia-Romagna:
 

  • Bologna

(in collaborazione con l’associazione Laurora Onlus) 13 ottobre laboratorio per bambini, dalle 10:30 a Castel Maggiore. 15 ottobre Piazza Santo Stefano, ritrovo ore 17:30 e letture dal libro “Kintsugi”, ore 18:00 lancio dei palloncini, ore 19:00 onda di luce. 25 ottobre laboratorio per genitori, dalle 20:30 a Castel Maggiore. 30 ottobre proiezione del cortometraggio “Koi”, ore 21:00 presso la Casa del Volontariato di Castel Maggiore; Info: info@laurora.net

  • Forlì

Il 15 ottobre, dalle 16.00 presso il chiostro di San Mercuriale in piazza Saffi accoglienza e banchetto informativo, letture dall’antologia Kintsugi, presentazione del libro “Assistere la morte perinatale”, lancio dei palloncini e alle 19.00 onda di luce. Il 26 ottobre alle 21.00 presso il centro per le famiglie, in viale bolognesi 23 a Forlì, sarà proiettato il cortometraggio “Koi – Losing a baby”. Info: nicoli1106@gmail.com

  • Cento

(in collaborazione con l’associazione inunBattito) 13-18 Ottobre mostra itinerante “VISSUTI TRASVERSALI” DI Beatrice Gelli, presso Rocca Storica di Cento , piazzale Rocca 2 Cento; 13 ottobre dalle 16 alle 17,30 presso la sala espositiva interna alla Rocca Storica di Cento Laboratorio di scrittura creativa con il metodo “CAVIARDAGE alla ricerca della poesia nascosta “ condotto dalla Dott. Augusta Calzolari insegnante certificata del metodo Caviardage di Tina Festa; 15 Ottobre ore 18,30 presso Piazzale Rocca Storica di Cento Babyloss ONDADILUCE 2018; Info: anna@rrweb.it – Programma

  • Ferrara

(in collaborazione con l’associazione inunBattito) 6-11 Ottobre mostra itinerante “VISSUTI TRASVERSALI” DI Beatrice Gelli Presso Palazzo Scroffa via Terranuova , 27 Ferrara; 14 Ottobre dalle 10 alle 19 presso la piazza Trento Trieste Punto di accoglienza ed informazione per mamme e famiglie durante il pomeriggio FLASH MOB dal titolo “ Siamo Qui “ a cura della compagnia FA’BRODWAY ; 15 Ottobre ore 17,30 proiezione del cortometraggio “KOI-LOSING A BABY” e dibattito presso sala C1 presso ASP Via Ripagrande 5 , Ferrara. Ore 19,00 Ritrovo in Piazza Trento Trieste per Babyloss ONDADILUCE 2018; Info: anna@rrweb.it – Programma

 

In questo articolo ci sono 0 commenti

Commenta

g