Rimini, il Comune sospende due maestre per sospetto di maltrattamenti

Il Comune di Rimini ha consegnato al procuratore della Repubblica le risultanze della verifica interna riguardanti due insegnanti di scuola materna, verso le quali sono emersi solidi riscontri in ordine a due episodi di ‘comportamenti inappropriati’ nei confronti di bimbi. Lo rende noto l’amministrazione stessa.

Trasferite immediatamente ad altro servizio già dal momento in cui sono emersi i fatti, le operatrici sono attualmente sottoposte a procedimento disciplinare così come previsto dai regolamenti interni dell’ente.

“La consegna alla Procura della Repubblica dei citati riscontri si configura, per l’amministrazione comunale di Rimini, come un naturale e obbligatorio approdo al fine di mettere in rilievo compiutamente i fatti e gli eventuali risvolti penali, con l’obiettivo inderogabile e assoluto di avere nella tutela e nella salvaguardia dei bambini il solo e unico scopo del servizio – spiega la nota -. Si tratta di due episodi, al momento circoscritti, su cui l’amministrazione verificherà anche la sussistenza di eventuali comportamenti omissivi da parte di colleghe delle due insegnanti coinvolte”.

“L’amministrazione comunale – conclude il comunicato -, nel ringraziare ancora una volta coloro i quali attraverso segnalazioni o testimonianze permettono alla stessa di intervenire immediatamente, conferma la propria volontà di adottare tutte le misure a disposizione in proprio possesso e in ogni sede a sanzionare chi si rende colpevole di questi episodi, lesivi delle persone, delle famiglie, dello stesso corpo insegnante, che opera ogni giorno con estrema professionalità e passione per questo lavoro, e, in ultima analisi, anche della reputazione dell’ente”.

 

 

 

In questo articolo ci sono 0 commenti

Commenta

g