L’hip hop nel sangue: il piccolo Tarik vince una borsa di studio

Foto d’archivio

Ha dieci anni, Tarik. Dieci anni e una passione per l’hip hop. E dopo aver frequentato, per sette mesi, la prima edizione di DancEr, il corso di danza hip hop che promuove la danza come strumento di aggregazione nelle scuole di Bologna e Ravenna, ha vinto una borsa di studio annuale all’Accademia Cecchetti di Ravenna. Lo scrive Il Corriere della Sera.

Carlotta Silvagni, coordinatrice del progetto DancER a Ravenna, ha notato fin da subito che c’era talento da vendere: “Tarik ha la testa giusta, il senso della musica, cose che lo rendono molto adatto anche per la danza classica. Dopo essersi allenato centro sociale Cisim di Lido Adriano, Tarik è stato dunque segnalato alla direttrice artistica del progetto DancEr, Monica Ratti: “Mi è venuta l’idea di chiedere all’Accademia Cecchetti di prenderlo in borsa di studio, loro hanno accettato e gli hanno offerto una borsa annuale del valore di 650 euro”.

Il papà Vekas Ademi, originario della Macedonia, era incredulo quando lo ha saputo: “Sono molto contento per lui, non so da dove venga questa capacità, in famiglia non ci sono ballerini”. Ieri sera il bambino è stato premiato allo spettacolo conclusivo che si è tenuto al Parco della Casa Gialla di Bologna.

In questo articolo ci sono 0 commenti

Commenta

g