I feti cantano assieme: polemiche sullo spot per Sanremo

5 gennaio 2017 0 commenti

Mamma nove mesi a tu per tu con l'ostetrica

“Ridicolo”, “raccapricciante”, “inquietante”, “spot in perfetto stile Family Day”, “di cattivissimo gusto”, “mi fa passare la voglia di guardare il programma”, “semplicemente mostruoso”, “boiata orrorifica”. No, lo spot del festival di Sanremo non è stato accolto in maniera esaltante. I commenti negativi sui social si sprecano: il ‘creativo’ che ha ideato la campagna di comunicazione ha decisamente cannato.

Si tratta di una pubblicità in cui una serie di feti (in realtà delle riproduzioni digitali) cantano il celebre Non ho l’età di Gigliola Cinquetti in pancia alle loro mamme, appunto. Tutti assieme e con trasporto, per sottolineare la parola d’ordine dell’edizione 2017 voluta da Carlo Conti: “Tutti cantano Sanremo”. Ma questa sorta di ecografia con la telecamera che passa dalla sala d’attesa del ginecologo all’utero delle mamme in attesa non è per niente piaciuta. Al punto di scatenare la cattiveria di qualche utente che, prendendo spunto dall’argomento, ha sentenziato: “E’ un aborto”.

Commenta