Diverbio in campo, un papà schiaffeggia due calciatori

23 gennaio 2017 0 commenti

Genitori che si scaldano troppo sugli spalti dei campi di calcio. Questa volta è successo all’oratorio di Castelnuovo, in provincia di Modena, dove sabato pomeriggio si è disputata la partita tra la modenese Us Monari e l’Asd Castelvetro. Un match tra ragazzini sotto i 14 anni durante il quale è scoppiato un diverbio tra due giocatori, frase razzista compresa, visto che uno dei due è straniero.

Peccato che al termine della gara, il papà del giocatore del Castelvetro ha fatto irruzione in campo, scagliandosi contro l’avversario del figlio, quello che aveva reagito all’insulto a sfondo razziale. Tra schiaffi e pugni, sono stati due ragazzi della Monari a rimetterci: uno ricevendo un ceffone sull’orecchio l’altro sul naso.

calcio“Quell’uomo – ha raccontato a Il Resto del Carlino Fabrizio Mattioli, papà di un giocatore finito suo malgrado nella mischia – colpiva tutti quelli che avevano la maglia della Monari. E’ una cosa fuori dal mondo che in un parchetto da calcio parrocchiale un genitore si permetta di entrare e fare quello che ha fatto”.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri. E mentre si attende il referto dell’arbitro, il Csi, organizzatore del torneo, indaga.

Qui la nostra intervista di qualche tempo fa a Barbara Panizza, arbitro, sui comportamenti dei genitori alle partite

Commenta