Rimini, escursione in barca per i bimbi del’oncoematologia

dottor clownSi sono svolte ieri mattina al porto di Rimini, con base logistica presso il Club Nautico, le iniziative della decima edizione dell’Itaca Day, regata velica organizzata dall’Ail, Associazione italiana contro le leucemie, per sensibilizzare la cittadinanza sull’importanza della ricerca sul tema delle leucemie, linfomi, mielomi e altre patologie oncologiche. L’imbarcazione dell’Ail sta facendo scalo in vari porti italiani (per poi concludere la sua regata ad Itaca, in Grecia) e in ogni porto vengono organizzate iniziative. A Rimini, ad esempio, sulla barca dell’Ail e su altre imbarcazioni messe a disposizione Club Nautico, Circolo Velico, Lega Navale, Rimini Yacht Club “Vela Viva” e Marina di Rimini, sono state effettuate escursioni in mare coi piccoli pazienti dell’Oncoematologia Pediatrica di Rimini. Rientrati a terra i bimbi e i ragazzi hanno fatto una sostanziosa merenda, allietata dai Dottor Clown, che quando si parla di piccoli pazienti non fanno mani mancare il proprio sostegno.

L’unità operativa di Ematologia è stata costituita nel 2010 ed opera nell’ambito del dipartimento di Oncologia ed Ematologia dell’ospedale Infermi di Rimini. In media vengono effettuate circa 3.500-4.000 visite ematologiche all’anno e vengono completate 700 nuove diagnosi di malattie del sangue; quelle osservate più di frequente sono i linfomi non Hodgkin (130/anno) e il mieloma multiplo (70/anno). Oltre ¼ dei pazienti è portatore di una malattia ematologica non tumorale (aplasia midollare, emocromatosi, porpora trombocitopenica autoimmune, anemia).

Vengono effettuati 160 ricoveri all’anno per patologie ematologiche, la degenza media è di 16-20 giorni; dal 2010 al 2015 sono stati eseguiti 130 trapianti autologhi di cellule staminali, in pazienti con mieloma, linfoma non Hodgkin, linfoma di Hodgkin o leucemia acuta. Dall’inizio del 2016 sono state eseguite 15 procedure trapiantologiche.

In questo articolo ci sono 0 commenti

Commenta

g