Nidi privati, per abbattere la retta arrivano i voucher comunali

Da oggi l’Istituzione istruzione infanzia di Ravenna lancia i voucher comunali per sostenere le famiglie che iscrivono i bimbi nei servizi educativi privati autorizzati al funzionamento come nido d’infanzia, servizio domiciliare (Piccolo gruppo educativo – PGE), servizio sperimentale per la fascia 0-3 anni. Un intervento resosi necessario dopo la sospensione dei voucher regionali, erogati fino allo scorso anno.

La misura, dal punto di vista del Comune, ha come obiettivo quello di aiutare i genitori che non trovano spazio nei nidi comunali.

asilo nidoIl progetto prevede l’attribuzione di un contributo mensile (voucher), a parziale copertura della retta di frequenza del servizio educativo privato scelto dalle famiglie.

Possono presentare la domanda di contributo i genitori dei bambini nati negli anni 2014, 2015 e 2016 (nati fino al 08/06/2016 compreso), in possesso di una attestazione Isee con un valore “ISEE MINORENNI” compreso tra €uro 7.500,00 e €uro 35.000,00.

La domanda di contributo va presentata entro mercoledì 8 giugno 2016, esclusivamente in modalità on-line.

Per prendere visione del bando e per presentare la domanda on-line si rimanda all’indirizzo:

http://www.istruzioneinfanzia.ra.it/Iscrizioni-on-line

 

In questo articolo ci sono 0 commenti

Commenta

g