Asilo nidoL’anno scorso, in primavera, la notizia era arrivata pesante e laconica: niente più voucher della Regione Emilia-Romagna per sostenere il pagamento dell rette dei nidi privati.

Il Comune di Ravenna, per riempire il vuoto, ci metterà una pezza a partire dal prossimo anno scolastico. Come scrive “Ravenna&Dintorni”, alle famiglie che non usufruiscono dei nidi comunali (per scelta o perché sono rimaste fuori dalle graduatorie pubbliche) verranno destinati dei voucher comunali che copriranno in parte il costo delle rette.

I nuovi voucher non saranno restrittivi come quelli della Regione, ha assicurato l’assessore comunale all’Infanzia Ouidad Bakkali: il requisito di entrambi i genitori occupati, per esempio, verrà meno. A fare richiesta potranno essere le famiglie con Isee compreso tra 7.500 e 35.000 euro. A seconda del livello di reddito, ogni famiglia riceverà un contributo variabile tra i 50 e i 300 euro al mese.

Il provvedimento servirà non solo a sostenere le famiglie ma anche l’esistenza della rete dei nidi privati, molti dei quali minacciati dalla crisi e dal calo delle domande.