Il momento peggiore per il caffè? La mattina presto…

Il caffè? Se proprio si vuole iniziare bene la giornata, è meglio non berlo al mattino presto. Un’affermazione che può destare qualche perplessità ma che è suffragata da prove scientifiche. La teoria, riportata dal Washington Post col supporto di un video realizzato dal canale youtube Asap Science, spiega che alla lunga la caffeina inibisce la produzione di cortisolo, ormone di tipo steroideo prodotto dalle ghiandole surrenali e fondamentale per regolare i nostri ritmi di vita (cosiddetti circadiani). Infatti i picchi di produzione di cortisolo da parte del nostro corpo sono al mattino, a metà giornata e la sera. In sostanza, se i nostri ormoni funzionano bene, non avremmo bisogno di svegliarci con il caffè. Piuttosto l’orario migliore per la tazzina sarebbe dalle 10 alle 12 o nel primo pomeriggio, quando il cortisolo è più basso.

In questo articolo ci sono 0 commenti

Commenta

g