Centri anti-violenza, fondi in arrivo: in programma nuove case rifugio

violenza donneOltre 346 mila euro per nuovi centri antiviolenza e case rifugio o per ampliare i servizi già offerti alle donne vittime di violenza. I fondi nazionali sono stati assegnati dalla Regione Emilia-Romagna a 14 Comuni (in provincia di Ferrara, Piacenza, Forlì-Cesena, Rimini e Modena) per metterli in condizione di garantire sostegno, aiuti e opportunità in linea con quelli offerti negli altri territori dell’Emilia-Romagna.

Le risorse saranno assegnate direttamente ai Comuni individuati in collaborazione con le Conferenze territoriali sociali e sanitarie e saranno utilizzati per creare nuove strutture o qualificare i servizi di accoglienza, rifugio, orientamento, assistenza psicologica e legale data dai centri, promossi dagli enti locali o dalle associazioni e organizzazioni operanti nel settore del sostegno e dell’aiuto alle donne vittime di violenza.

Si tratta di risorse che si vanno ad aggiungere agli 850 mila euro già liquidati nel 2014. Per quanto riguarda la Romagna, in provincia di Forlì-Cesena saranno finanziati tre interventi per oltre 24 mila euro: a Cesena più di 12 mila euro serviranno per l’ampliamento del centro antiviolenza, mentre oltre 6 mila euro saranno utilizzati a Cesenatico per potenziare il servizio di consulenza legale e l’attività di primo ascolto del centro antiviolenza e a Forlì per attivare un servizio di reperibilità telefonica e di collocamento temporaneo in emergenza che sia aperto durante gli orari di chiusura del centro per le donne vittime di violenza.

Infine, in provincia di Rimini 46 mila euro consentiranno l’apertura dello sportello antiviolenza a Bellaria-Igea Marina (finanziato con 4 mila euro) e l’attivazione di una casa rifugio a Cattolica (grazie al finanziamento di 29 mila euro) e di una a Rimini (a cui saranno liquidati 13 mila euro).

In questo articolo ci sono 0 commenti

Commenta

g