Impazzano i knit café: ferri, uncinetti e chiacchiere tra mamme. Come Benedetta, che sogna in grande

Se non siete ancora avvezzi al concetto, abituatevi in fretta: i knit cafè sono arrivati anche in Romagna. A muoverli, mamme appassionate che si incontrano “armate” di ferri da maglia, uncinetti e ovviamente bambini per chiacchierare, “sferruzzare” e scambiarsi idee. Benedetta Semprini, giovanissima mamma di Bologna trapiantata a Massa Lombarda, domenica 20 ottobre alle 17 sarà “Da Bibi”a Ravenna per un nuovo knit cafè. Dietro al quale c’è un piccolo grande progetto di imprenditoria femminile.

I cuscini-casetta all’uncinetto di Benedetta Semprini, ovvero Casa Geish

Benedetta, la tua attività di “knitting” non è tanto incentrata sui ferri, quanto sull’uncinetto: quando hai iniziato?
“Quando ero incinta di Marta, che ora ha due anni. Cercavo una copertina fatta a mano, di quelle con i quadrati tutti colorati. Gli oggetti fatti a mano, con cura, con materie prime di qualità costavano un sacco. Così mi sono detta: ma perché non provo a realizzarla da sola? Ho comprato un uncinetto, un gomitolo e un libro e, con l’aiuto dei video sui Youtube, ho iniziato. Per finire la coperta ci sono voluti quattro mesi, Marta era già nata. Ma da quel momento la passione è cresciuta sempre di più”.
Tanto che…
“Tanto che vorrei diventasse un lavoro. Sono perito assicurativo, ho un’attività insieme a mio marito ma la flessibilità mi consente di stare in ufficio con lui dal lunedì al mercoledì e di fare ciò che mi piace il giovedì e il venerdì. Ho appena partecipato ad un bando dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna. Il mio progetto è aprire una bottega nel corso principale di Massa Lombarda. Ho già trovato il locale. Sarà una merceria, ma anche un laboratorio dove organizzare attività con i bambini. Infine, vorrei fornire un servizio di piccole riparazioni sartoriali. Sto seguendo un corso e ho già confezionato qualche abito per me e le mie figlie”.
L’uncinetto, però, resta il tuo cavallo di battaglia. I tuoi si potrebbero chiamare crochet cafè. Come ti stai facendo conoscere?

Benedetta con Marta e Clara

“Ho un piccolo shop sul sito Etsy e le mie creazioni si trovano anche nel negozio Olly e Matteo a Bologna. Ho anche un blog, Casa Gheis, dove oltre a raccontare le mie avventure familiari con Clara e Marta, pubblico le foto dei miei oggetti di design, soprattutto per camerette per bambini. Sono riuscita a vendere una copertina in Australia. I prodotti più richiesti, in ogni caso, sono i cuscini a forma di casetta”.
Chissà che altre mamme riescano a “reinventarsi” grazie ai knit cafè. Timorosa di aprire una nuova attività di questi tempi?
“Anche in un piccolo paese come Massa, bisogna sognare. Mio marito mi appoggia: avrà meno introiti visto che non lavorerò più con lui ma spero di recuperarli grazie alla mia bottega”.

In questo articolo ci sono 2 commenti

Commenti:

  1. anche noi a Cesenatico abbiamo una cosa simile….
    una sera a settimana c’incontriamo alla caffetteria di via baldini dovec’è Chiara che gentilmente ci ospita…per sferruzzare tutte insieme per il progetto “un mare di lana” con il quale andremo a ricoprire il ponte del porto canale di Cesenatico.
    E’ una bellissima iniziativa chi vuole informazioni può contattarci sulla nostra pagina facebook un mare di lana.

  2. bellissima la vostra iniziativa!! Io sono una grande appassionata di uncinetto e mi piacerebbe partecipare ma purtroppo non ho contatti e conoscenze e non so come muovermi. Se è una iniziativa aperta a tutti mi piacerebbe saperne di più per poter eventualmente contribuire nel mio piccolo!

Commenta

g