“La nostra battaglia per il diritto all’epidurale”: l’ex parlamentare Nadia Masini e la libertà di scelta delle donne

Parto in analgesia, epidurale: oltre che una prassi che sta prendendo sempre più piede nei reparti di Ostetricia, è un diritto sancito dalla legge. Lo dice a chiare lettere Nadia Masini, ex parlamentare ed ex sindaco di Forlì, al momento presidente della sezione forlivese della Fidapa. Un’associazione che su tuto il territorio nazionale sta portando avanti una battaglia affinché la legge sulla terapia del dolore (la 38 del 2004) non resti lettera morta ma venga applicata ad ampio raggio, in particolar modo per la parte che riguarda la riduzione del dolore durante il travaglio e il parto.
Epidurale come diritto: siamo sicuri che tutti lo percepiscono così?
“Purtroppo no, ci sono ancora resistenze culturali e ideologiche. C’è ancora l’idea che la donna, siccome ha sempre partorito con dolore, possa continuare a farlo. Si dimentica che alleviando il dolore, la donna partorisce con più consapevolezza, serenità, partecipazione. Bisogna ricordarsi che l’epidurale non è un’anestesia”.
E gli ostacoli tecnici, quali sono?
“Non tutte le strutture ospedaliere sono attrezzate. Serve una collaborazione forte con gli anestesisti, servono un’organizzazione efficace, personale formato”.
Come si sta muovendo Fidapa?
“In tutte le sezioni d’Italia stiamo verificando lo stato di applicazione della legge. Qui a Forlì ci siamo mosse tempo fa insieme al servizio sanitario per predisporre un questionario rivolto alle mamme, con l’intenzione di sapere se conoscono l’opportunità del parto in analgesia. Nella serata del 2 ottobre diffonderemo qualche dato”.

Nadia Masini

L’epidurale è entrata nei Lea, i livelli essenziali di assistenza. Un bel risultato?
“Sì, anche se occorre continuare la battaglia. La letteratura scientifica ci dice sempre più spesso che il parto in analgesia è un’opportunità importante per la donna e non ha nessuna conseguenza negativa. Noi siamo per la libertà di scelta della donna”.

L’incontro del 2 ottobre è organizzato da Comune di Forlì, Centro per le famiglie di Forlì, Ausl di Forlì e Fidapa e si terrà alle 20,30 al centro culturale San Francesco di via Marcolini 4.

In questo articolo ci sono 0 commenti

Commenta

g