Poliziotta allatta neonata abbandonata e viene promossa

Per il suo gesto è stata immediatamente promossa sergente. Un grado che Celeste Ayala, donna poliziotto argentina, ha conquistato non rendendosi protagonista di spericolate missioni alla Serpico ma semplicemente facendo il più naturale dei gesti per una donna, per una mamma: allattare. L’episodio, come riportano i media locali, si è verificato nei giorni scorsi all’ospedale di La Plata, 60 chilometri da Buenos Aires.

La donna, di turno nella struttura medica, si è allarmata per il pianto disperato di un neonato, uno dei sei fratellini appena tolti ad una madre, dopo l’arresto e in attesa di essere presi in carico dai servizi sociali. I bambini erano soli, lasciati a loro stessi, impauriti. Così Celeste non ha esitato un attimo: ha pensato bene di allattare il piccolo. Si è seduta e le ha offerto il seno. Avrebbe potuto chiedere del latte in polvere a medici e infermieri, ma non ha voluto esitare un attimo: il suo è stato un gesto istintivo.

Qualcuno l’ha fotografata e questo scatto ha fatto il giro del mondo. Precisamente è stato Marcos Heredia, collega della poliziotta, a condividere l’immagine su Facebook con il seguente testo: “Voglio rendere pubblico questo grande gesto di amore che hai compiuto con quella bimba, che tu non conoscevi, ma per la quale non hai esitato a comportarti come madre. Cose come queste non si vedono tutti i giorni”. L’episodio non è sfuggito al ministro della Sicurezza della provincia di Buenos Aires, Cristian Ritondo, che ha promosso la Ayala da agente a sergente.

In questo articolo ci sono 0 commenti

Commenta

g