Esplode gonfiabile in spiaggia: muore bambina

E’ morta dopo essere stata catapultata in aria per venti metri circa dal castello gonfiabile, esploso sulla spiaggia, probabilmente a causa del caldo eccessivo. Il terribile volo è stato fatale alla piccola, deceduta mentre stava giocando sotto gli occhi dei genitori. La vicenda, riportata dai media internazionali, si è verificata domenica scorsa a Gorleston, nella parte orientale dell’Inghilterra, nel Norfolk.

Della vittima non sono state fornite le generalità ma alcuni testimoni che hanno sentito “un grande botto” hanno riferito di aver visto una bambina di età non superiore a 4 anni. La bambina è stata rianimata per circa un quarto d’ora prima del trasporto alla più vicina struttura sanitaria, il James Paget Hospital. Tutto inutile: ogni cura è stata vana.

Nella zona riservata ai bambini, denominata Bounce About, la spiaggia ha un castello e uno scivolo gonfiabile e dei trampolini. Il proprietario Curt Johnson, 47 anni, che non era presente al momento della tragedia, ha detto che il gonfiabile potrebbe essere esploso a causa della calura ed ha specificato: “Sono sconvolto: in tanti anni non erano mai successi incidenti”. La polizia britannica ha avviato un’inchiesta sulla vicenda. Gli investigatori stanno indagando in collaborazione con la Health and safety executive, l’autorità preposta alla vigilanza sulla salute e la sicurezza.

Non si tratta del primo incidente mortale con i gonfiabili e che ha come vittima un bambino. Qualche settimana fa una coppia inglese, William Thurston, 29 anni e Shelby Thurston, 26, sono stati condannati a tre anni di carcere per la morte della piccola Summer Grant avvenuta il 26 marzo 2016 ad Harlow, nell’Essex: il castello gonfiabile sul quale stava giocando la bimba non era adeguatamente fissato a terra così una folata di vento particolarmente violenta lo fece volare via per circa 300 metri uccidendo la piccola occupante. I due gestori sono stati dichiarati colpevoli di omicidio colposo per grave negligenza.

Qui la notizia in lingua originale.

In questo articolo ci sono 0 commenti

Commenta

g