Uscita dalle medie, l’Ufficio scolastico: “Niente regole rigide”

Il direttore dell’Ufficio scolastico dell’Emilia-Romagna Stefano Versari ha radunato i presidi della region sul tema dell’uscita da scuola dei ragazzi delle medie.

Nelle settimane scorse, infatti, in seguito a una sentenza della Cassazione che ha condannato il preside di una scuola di Firenze per la morte, 15 anni prima, di un 11enne schiacciato da uno scuolabus, il Miur ha fatto sapere che alle medie, i genitori, i figli li devono andare sempre a prendere.

“Il legislatore — ha detto direttore dell’Usr, come scrive Il Corriere della Sera — faccia con i suoi tempi, io intanto vado avanti, perché tra i presidi si sono create molte preoccupazioni”. La posizione di Versari è che i presidi facciano una valutazione dei rischi nel proprio istituto. Muovendosi per correggerli. Tutto qui: “Si deve valutare caso per caso, non applicare regole rigide che, come ha dimostrato la sentenza della Cassazione, possono diventare gabbie”.
Non basterà, d’altro canto, un foglio con cui le famiglie esonerino la scuola dalle responsabilità: “Dovranno dirci se i loro figli hanno o meno problemi, se conoscono il codice della strada e il percorso casa-scuola”.

In questo articolo ci sono 0 commenti

Commenta

g