fiore, lutto, femminicidioMarco Scaravelli è morto lo scorso luglio in seguito ad un incidente. A 6 anni, sulla sua minimoto, in seguito ad una manovra sbagliata del padre sul circuito di Viadana. Per questo il genitore, che abita nel Mantovano, è stato preso di mira sui social. Aspramente criticato e perfino insultato soprattutto per la scelta di aver messo in sella il figlio in giovane età.

Adesso questa sfortunata famiglia torna a far parlare di sé. Nei giorni scorsi la madre ha dato notizia su Facebook che gli organi donati da Marco hanno salvato due bambini: “Oggi è un grande giorno… Un giorno che aspettavamo così tanto… Due bambini rinati… Grazie a te amore nostro!!!“, ha scritto la donna. In particolare, un bimbo di quattro anni di Bergamo ha ricevuto il cuore del piccolo motociclista e una bambina di dieci anni di Roma ora potrà vivere con il fegato e un rene di Marco.