palloncino“Caro ladro, ci sono mamme a cui restano solo i ricordi ed io non posso perdonarti”. Sono le parole che la mamma di Pietro Pirini, il 12enne di Pisignano morto nel maggio dell’anno scorso dopo essere stato investito da un’auto, ha inviato al quotidiano “Il Resto del Carlino” per denunciare il furto della macchina fotografica con le ultime immagini del figlio. Un furto avvenuto nella sua abitazione.

“Non ho ancora deciso come inizierà la mia lettera – scrive la donna – anche se dentro di me il soggetto a cui inviarla è ben chiaro. Sicuramente sarà rivolta a colui che, in una notte, mi ha tolto una parte di vita, strappandomi i ricordi più cari buttandoli al vento come carta straccia. Sarà rivolta a colui che con violenza ha rubato attimi di felicità, a colui che senza vergogna è entrato nella mia sfera personale, così delicata, così vulnerabile, così pulita e l’ ha fatta sua per pura cattiveria. La mia lettera comincerà con ‘caro ladro’ tu che ti sei introdotto di notte a casa mia frugando tra le mie cose, toccando i miei oggetti personali e non trovando niente di valore hai pensato di appropriarti di una macchina fotografica lasciata sulla scrivania per essere subito pronta a catturare un attimo, un’ espressione, un sorriso. Il sorriso di mio figlio“.

Qui la lettera integrale