Gelati, ricotta, yogurt ma soprattutto tanto divertimento: torna la Festa del latte alla Centrale di Cesena

da sinistra Renzo Bagnolini, Presidente Centrale del Latte di Cesena, Gianluca Bagnara, Assessore alle Politiche Agro-alimentari della Provincia FC,
Daniele Bazzocchi, Direttore Centrale del Latte Cesena, Mirco Coriaci, Confcooperative Forlì-Cesena, comparto Agroalimentare
Un appuntamento per tutta la famiglia: domenica 29 Settembre 2013 alla Centrale del Latte di Cesena torna la “Festa del Latte”.

Anche quest’anno sarà come sempre all’insegna del divertimento e dell’allegria, con un programma che prevede, a partire dalle ore 15,00 e fino alle ore 19,00, la musica dell’orchestra di Patrizia Ceccarelli con pista da ballo, spettacolo di ballerini, intrattenimento per bambini con gonfiabili, trucca bimbi, palloncini e spettacolo di Bimbobell. E ancora giochi a premi, ma soprattutto assaggi gratuiti dei prodotti della Centrale del latte di Cesena, al fine di fare apprezzare agli intervenuti la qualità e genuinità dei prodotti a Km 0. La cooperativa, da sempre sensibile al sociale, anche quest’anno tramite la vendita del gelato di propria produzione, devolverà il ricavato a favore delle associazioni AVIS, IOR, AIDO e ARCI di Cesena. Quest’anno, durante la festa, verrà effettuata una produzione dimostrativa di formaggio, al fine di fare comprendere come avviene la trasformazioni dei tanti prodotti a marchio Centrale del latte di Cesena, e cercare di ritagliare uno spazio educativo in un momento gioviale e di allegria.

L’ 8°edizione della “Festa del Latte” si tiene come di consueto presso la sede della Centrale del latte di Cesena (Via Violone di Gattolino 201 a Martorano di Cesena) e anche quest’anno verranno presentati nuovi prodotti, tra i quali in anteprima assoluta il nuovo formaggio cremoso “Bucciato Romagnolo” con il sale dolce di Cervia, che verrà fatto assaggiare agli intervenuti. Sarà possibile degustare gratuitamente oltre al latte fresco anche lo Squacquerone di Romagna, che è D.O.P. dallo scorso mese di marzo, il “Ravigiolo di Romagna” e la ricotta di latte intero appena prodotta “fiocco di latte”, abbinata alla piadina fresca con l’ausilio di piadinare che fanno parte dell’ “associazione per la valorizzazione della piadina romagnola”. Durante la Festa inoltre sarà possibile acquistare tutti i prodotti della Centrale del latte di cesena ad un prezzo speciale, tra i quali il nuovo latte intero pastorizzato 10 & lode e la Mozzarella che sono in commercio solo dallo scorso mese di Giugno, oltre ovviamente al “Bucciato Romagnolo”. La Centrale del Latte mostra così, ancora una volta, tutto il suo attaccamento al territorio, che non si esaurisce solo con l’organizzazione della Festa.

STORIA E NUMERI DELLA CENTRALE DEL LATTE DI CESENA Nel 1959 un gruppo di 12 allevatori costituirono il “Consorzio Produttori Latte” oggi più conosciuto con il nome di “Centrale del latte di Cesena”. Oggi della Cooperativa, che è rimasta l’unica realtà autonoma del settore lattiero caseario nel territorio e di tutta l’Emilia Romagna, fanno parte una trentina di Soci che conferiscono mediamente 30.000 litri di latte crudo al giorno, pari a 8.000.000 litri all’anno, proveniente da aziende dislocate nelle province di Forlì-Cesena, Ravenna, Rimini e Ferrara. La Centrale del Latte di Cesena possiede una sua superficie di 20.000 metri quadrati circa a Martorano di Cesena, dove avviene la lavorazione, confezionamento e trasformazione di tutti i prodotti, ed un deposito di 1.000 mq a Faenza. La Centrale del latte conta attualmente 40 dipendenti, 20 venditori che effettuano giornalmente le consegne dei prodotti in tutti i negozi specializzati e supermercati del territorio romagnolo, con un volume di affari di circa 12 milioni di euro. La lavorazione del latte e dei suoi derivati viene effettuata con moderne tecnologie nello stabilimento di Martorano, sotto un costante controllo effettuato dai tecnici del laboratorio interno, che permette di ottenere prodotti garantiti sotto l’aspetto qualitativo, nutrizionale e igienico-sanitario. La Cooperativa utilizza per i suoi prodotti solo latte del territorio romagnolo dei propri soci, garantendo così il Km 0 ai propri clienti. Infatti è una delle poche aziende italiane a garantire ai propri consumatori la provenienza del latte utilizzato nei suoi prodotti, indicando, in ogni confezione, la provincia vicino alla data di scadenza ed effettuando una tracciabilità giornaliera consultabile nel proprio sito internet in un’apposita sezione dedicata, dove è possibile scoprire la stalla di provenienza del latte utilizzato ed altre curiosità. Al fine di dare ai propri consumatori un servizio sempre maggiore e trasparente, nel nuovo sito internet, oltre alla “Tracciabilità” è stata implementata un’apposita sezione denominata “Punti Vendita”, che consente di scoprire i negozi e i supermercati dove è possibile acquistare i nostri prodotti, e le attività come bar, gelaterie, pasticcerie che li utilizzano per preparare le loro specialità. E’ sufficiente infatti indicare il proprio indirizzo, scegliere la categoria commerciale che più interessa per trovare le rivendite più vicine alla propria abitazione, e il percorso per raggiungerle. La Centrale del latte di Cesena da moltissimi anni accoglie tutte le scolaresche del territorio di ogni ordine e grado, con l’obiettivo di fare educazione alimentare per un prodotto così completo e indispensabile nella dieta degli adolescenti, come il latte e i suoi derivati. Si cerca inoltre di far vedere quanti controlli e quanto lavoro vi siano dietro un bicchiere di latte e derivati, e far capire come una piccola struttura cooperativa possa riuscire, con impegno e tenacia, a sopravvivere in un mercato così difficile, dominato da colossi del settore che hanno maggiori risorse rispetto alla nostre.

g