Mamma e papà divorziano o si separano e figli ci vanno di mezzo. In Italia è un problema che tocca 10mila minori, sempre più spesso figli unici: si tratta del 10% degli 80 mila bambini in affido condiviso. Il dato è stato reso noto dall’Autorità garante per l’Infanzia e per l’adolescenza durante il convegno “La tutela dei minori nei conflitti familiari” che si è tenuto nella sede dell’Unicef a Roma, organizzato da Autorità garante e l’associazione GeA, Genitori Ancora.
Per Fulvio Scaparro, direttore scientifico dell’associazione GeA, “i figli contesi sono pane quotidiano. I casi sono frequentissimi, ma manca la sensibilità su questo fenomeno e spesso le situazioni sono conosciute soltanto dalle famiglie e dagli operatori”. La conflittualità, infatti, secondo Luisella Fanni, vice presidente dell’Associazione italiana degli avvocati per la famiglia e per i minori coinvolge un buon 10% delle separazioni. “Le separazioni in Italia riguardano un caso su 4 matrimoni – ha spiegato Fanni -. L’80% delle separazioni si risolvono consensualmente, il 20% ha un alto tasso di conflittualità, anche se tra queste ultime un 10% si risolve”. Un’alta conflittualità che rende ciechi gli adulti.