Sette mesi fa uccise i figli: dal carcere a una residenza di cura

Antonella Barbieri, la donna che il 7 dicembre scorso ha ammazzato nel Reggiano i suoi due figli Lorenzo, di 5 anni, e Kim, di due, non si trova più nel carcere di Torino.

Come riporta La Gazzetta di Reggio, da un paio di settimane è stata trasferita nella residenza per l’esecuzione delle misure di sicurezza di Castiglione delle Stiviere, in provincia di Mantova.

La decisione di mandare la 39enne in una struttura sanitaria di accoglienza è dovuta ai suoi problemi psichiatrici, sui quali sono ancora in corso accertamenti per capire le eventuali ricadute colpose rispetto al marito Andrea Benatti e ai medici che hanno avuto in cura la donna.

Quanto al primo aspetto, bisogna capire se il padre ha avuto una condotta omissiva nei confronti dei due figli tale da non riuscire a tutelarli. Quanto al secondo, vanno studiati gli atti dei ricoveri della donna e della presa in carico terapeutica per capire di cosa Antonella Barbieri, che pare soffrisse di “deliri acustici e visivi”, fosse realmente malata.

In questo articolo ci sono 0 commenti

Commenta

g