Donna uccisa e messa nel frigo: in centinaia sfilano sotto casa

fiore, lutto, femminicidioI modenesi hanno sfilato ieri sera davanti alla casa di Bernardetta Fella, la donna uccisa dall’ex compagno, che ha poi abbandonato il cadavere nel frigorifero di una cantina del palazzo dove lei abitava.

In almeno seicento, scrive La Gazzetta di Modena, si sono ritrovati per raccogliersi intorno all’ex marito, ai figli, ai genitori, agli amici. Presente anche il sindaco Gian Carlo Muzzarelli, che ha chiesto un minuto di raccoglimento. Le donne hanno sfilato con un drappo rosso contro il femminicidio.

Valentina Graziosi, assessore alle Pari Opportunità nel Comune di Castelfranco, ha parlato di problema culturale: “Ci sono stereotipi da distruggere. Una donna che subisce violenza si trova a essere quasi accusata. Le pari opportunità sembrano una concessione”.

 

In questo articolo ci sono 0 commenti

Commenta

g