Bullismo davanti a scuola, le famiglie dei ragazzi denunciati vanno a cena insieme

bullismo, bimbo, solitudineUn mese e mezzo fa lo avevano circondato all’uscita da scuola – una media del forese ravennate – e dopo averlo spintonato, gli avevano abbassato i pantaloni, filmando la scena con un telefonino e caricando il video sul gruppo WhatsApp della classe. Nei giorni scorsi, come scrive Il Resto del Carlino, i quattro ragazzini coinvolti nell’episodio ai danni di un compagno 12enne sono comparsi davanti al sostituto procuratore del Tribunale dei Minori di Bologna Flavio Lazzarini insieme alle rispettive famiglie.

Uno dei legali degli aggressori ipotizza l’archiviazione del caso, visto che il video non mostrerebbe a suo parere scene di violenza, bensì un gioco tra ragazzi. Ma l’episodio, in paese, aveva fatto discutere parecchio. Il consiglio di classe aveva pure sospeso i presunti colpevoli dell’atto di bullismo e anche un paio di ragazzini che, per difendere l’amico spintonato e denudato, il giorno dopo avevano atteso i compagni all’entrata della scuola per spintonarli a loro volta.

Per stemperare la tensione, uno dei genitori dei ragazzi denunciati – tre 12enni e un 13enne – ha organizzato venerdì scorso una grigliata conviviale per riportare serenità nel gruppo di compagni. Alla cena era stata invitata anche la famiglia della vittima, che però non si è presentata.

 

In questo articolo ci sono 0 commenti

Commenta

g