Ragazzina con ritardo mentale presa a sassate da un gruppo di bulli

pugno violenzaUna tredicenne con un ritardo mentale è stata aggredita domenica mattina nel quartiere del Giambellino, a Milano, da un gruppo di una decina di coetanei. Lo scrivono i quotidiani nazionali. L’adolescente si trovava in un parchetto quando è stata prima presa di mira con battute denigratorie e poi con una manciata di sassi raccolti da terra. La prognosi è di quattro giorni, visto che la tredicenne ha riportato per fortuna solo alcuni lividi alla schiena.

Ma l’episodio di bullismo resta gravissimo. Stando alla ricostruzione dei fatti operata dalla Questura, la ragazzina avrebbe reagito all’aggressione, mettendo in in fuga il gruppo. Cosa alla quale avrebbe contribuito anche la telefonata che la ragazzina è riuscita a fare alla madre. La donna ha raccontato a La Repubblica che la figlia è da tempo presa di mira dalla baby gang, che in più occasioni l’avrebbe chiamata “handicappata”.

La ricostruzione della vicenda è ora affidata a eventuali testimoni, visto che nel quartiere popolare non c’è videosorveglianza.

In questo articolo ci sono 0 commenti

Commenta

g