La criminologa Roberta Bruzzone: «L’educazione salva dai femminicidi»

Ospite a Riccione, l’esperta ha sostenuto che è fondamentale educare i bimbi sin da piccoli al rispetto delle donne. Tra il pubblico anche Gessica Notaro

La nota criminologa Roberta Bruzzone ha incontrato ieri, giovedì 21 marzo,  il pubblico di Riccione in occasione di un appuntamento organizzato dalla Commissione Pari Opportunità a seguito della sentenza sull’omicidio di Olga Matei.

L’esperta ha concentrato il suo intervento sull’importanza di un adeguamento della legislazione in materia di violenza sulle donne e femminicidio, a partire dal rito abbreviato, e su quanto sia fondamentale l’aspetto culturale ed educativo, a partire dai primi anni di vita dei bambini.Tra il pubblico che ha riempito la sala del Palazzo del turismo anche Gessica Notaro (nella foto a fianco), la giovane sfregiata con l’acido dall’ex fidanzato.

In questo articolo ci sono 0 commenti

Commenta

g