Parchi pubblici: nuove aree verdi e giochi in arrivo a Savignano

Al parco Braghina e in via Verdi instalalte altalene, scivoli e torrette per i più piccoli

Due aree verdi pronte per giocare sotto i primi raggi di sole primaverili: a Savignano sono pronti ad accogliere bambini e genitori i rinnovati parchi “Braghina” e “Via Verdi”.

Dopo il lotto di interventi della primavera 2018 ai parchi Aldo Moro, Nenni, Casadei e Capanni, nonché dopo quello estivo sui parchi Arcangeli e Rodari-Baiocchi, è ora il momento del parco Braghina, all’angolo tra via Emilia e provinciale 33 verso Gatteo, dove sono stati installati nei giorni scorsi una doppia altalena, uno scivolo verde e giallo con torretta e scalinata in legno e due giochi a molla per dondolarsi. “Equipaggiamento” simile anche per l’area di via Verdi, dove sono ora disponibile l’altalena doppia e un più articolato scivolo in legno con torretta e tettuccio a punta blu. Particolari i due giochi a molla: una sgargiante paperella arancione e una sorridente tartarughina verde.

Sfruttando le buone condizioni meteo, infine, sono previsti per le prossime settimane installazione e montaggio di nuovi giochi ed arredi anche nell’aerea verde di via Argenta (dove verrà realizzato anche un nuovo campetto da calcio), nel parco del quartiere Capanni, al parco di via Vendemini (vicino alla scuola “Nuvola Olga”) e al parco di via Molari (angolo via Curiel), che sarà invece destinato ai più grandicelli con attrezzature per la psicomotricità come due torrette circolari, un ponte passerella a cerchi, i pannelli di arrampicata a forma di vela e una struttura con rete per il free-climbing.

“Un altro tassello – spiegano il sindaco Filippo Giovannini e gli assessori Natascia Bertozzi (ambiente) e Stefania Morara (lavori pubblici) – del Piano parchi che, in questi quattro anni, ha restituito alla città e ai suoi bambini le aree verdi in stato di abbandono o degrado. Ora, approfittando di questa bella stagione, sono tanti gli spazi all’aperto in cui incontrarsi, giocare o rilassarsi a due passi da casa”.

In questo articolo ci sono 0 commenti

Commenta

g