Pediatra contrae la tubercolosi, a rischio 3.500 bambini

test in provetteHa messo a rischio 3490 bambini (tanti quelli richiamati per per scongiurare un possibile contagio) dopo aver contratto la tubercolosi. E’ successo ad una pediatra di Trieste, come riportano i media locali.

La donna, che si occupava di vaccini, è ricoverata nel reparto Malattie infettive dell’Ospedale Maggiore cittadino: le sue condizioni non sono preoccupanti.

I piccoli pazienti da 0 a 6 anni, che negli ultimi mesi sono stati vaccinati nel suo ambulatorio, saranno sottoposti al test della tubercolina per verificare se sono entrati in contatto o meno con il germe. Per completare le verifiche serviranno due mesi-due mesi e mezzo. 

La dottoressa aveva accusato i primi sintomi della Tbc un anno fa. A renderlo noto è la stessa Azienda sanitaria per cui la donna lavorava in regime di convenzione.

Secondo i medici, comunque, le probabilità che qualcuno dei bambini abbia contratto la Tbc sono molto basse perché tutti i contatti sono stati di pochi minuti.

In questo articolo ci sono 0 commenti

Commenta

g