Originalità, stile e passione da Atelier 64: “per far emergere l’essenza di ogni donna”

RM_20140512_MG_7892Passione, buon gusto, eleganza e originalità sono queste le parole che contraddistinguono Atelier 64 (Via Matteotti, 7 , Santarcangelo) di Nicoletta Cei, Grazia Bernardini e Nunzia Esposito, tre creative che hanno unito le loro forze e capacità creando uno spazio molto particolare e innovativo.

“Atelier nasce – racconta Nicoletta Cei – con l’intento di cogliere l’unicità di ogni donna e di far emergere l’essenza che si cela in ognuna di noi”. Bijoux prodotti con materiali ricercati e originali uniti insieme dalle mani di Nicoletta,  jeans abbelliti con pizzo dal gusto retrò grazie alla sapienza in fatto di moda di Grazia e scarpe da ginnastica converse rivisitate attraverso l’audacia di Nunzia sono alcuni dei pezzi unici che si RM_20140512_MG_7963possono trovare in questa boutique.

“Per le mie collane – continua Nicoletta – utilizzo cammei in resina, coralli di Gorgonia e materiali naturali, come ossi e minerali, che trovo nelle fiere e nei mercatini specializzati che visito in continuazione in cerca di nuove idee”. I semi-preziosi, spesso in argento, della linea “Nicoletta Cei” sono talvolta dipinti e trattati dall’artista che annovera anche, tra i vari riconoscimenti, una coccarda come giovane gioielliere d’Italia.

“Scarlett” è il nome della collezione di Grazia Bernardini che per l’estate sta preparando kaftani e poncho in seta. “Sesto senso” è invece la linea di scarpe e borse create da Nunzia Esposito. “Quello che cerchiamo di fare – aggiunge Nicoletta –  è di fornire un total look. Le clienti che si innamorano di un pantalone ad esempio, possono proporci di realizzare una scarpa o un gioiello che si abbini al capo scelto e che soddisfi  al meglio il loro gusto e modo di essere”.

RM_20140512_MG_7933Pezzi unici, particolari, da indossare per un’occasione speciale oppure tutti giorni, a seconda della scelta degli accessori, sono esposti da Atelier 64, tutti rigorosamente concretizzati con stile e ottime materie prime. “Noi collaboriamo soltanto con laboratori italiani – conclude Nicoletta – perché crediamo molto nel Made in Italy e vogliamo contribuire alla sua diffusione attraverso capi e accessori di alta qualità”.

In questo articolo ci sono 0 commenti

Commenta

g